Prima pagina arrow Omeliari arrow MCB 113 arrow Bibliografia. MCB 113
Bibliografia. MCB 113 PDF Stampa E-mail
Montecassino, Archivio dell'Abbazia, 113

Bibliografia



Per la bibliografia a partire dal 1990 si consulti BMB: MCB 113


Bibliografia 1980–1989

(1980) - Barré Henri, Un recueil bénéventain d'homélies capitulaires, du XIIe siècle, dans le manuscrit Vatican latin 5419 in Ephemerides Liturgicae, 94, pp. 460-81.
462 - Questo ms., i Casin. 109, 110, 111, 112, 114, 115, 116, 117 e l’omeliario di Paolo Diacono sono stati utilizzati dall’autore dell’omeliario contenuto nel Vat. lat. 5419.

(1983) – Orofino Giulia, Considerazioni sulla produzione miniaturistica altomedievale a Montecassino attraverso alcuni manoscritti conservati nell’archivo della Badia, in Monastica III, Scritti raccolti in memoria del XV centenario della nascita di S. Benedetto (480–1980), Montecassino (Miscellanea Cassinese 47), pp. 131–185.
182La comunanza artistica nei codici latini e greci di area beneventano-cassinese, che non si esaurisce con la fine del s. X, presenta un’eco, se non stilistica, almeno iconografica, in questo ms. del s. XI, dove a p. 165 il simbolo dell’Evangelista Matteo si erge come un’erma sopra una “I”.

(1989) – Orofino Giulia, L'età dell'abate Desiderio. I codici cassinesi 191, 339, 453, 99, 571, 108, 144, 520, in L'età dell'abate Desiderio, I, Manoscritti cassinesi del secolo XI in Catalogo della mostra a cura di S. Adacher – G. Orofino, Montecassino (Miscellanea Cassinese 59), pp. 15–116.
21, 28, 35L’omeliario, databile sicuramente prima della metà del s. XI, presenta motivi grimoaldiani quali i simboli degli evangelisti che da soli strutturano il segno alfabetico (la I delle pp. 165 e 181), gli intrecci compatti “a mattonella” di sagoma quadrangolare o polilobata (Q di p. 278).

(1989) – Orofino Giulia, La prima fase della miniatura desideriana (1058–1071) in L'età dell'abate Desiderio, II, La decorazione libraria, Atti della tavola rotonda (Montecassino, 17–18 maggio 1987) a cura di Guglielmo Cavallo, Montecassino (Miscellanea Cassinese 60), pp. 47–63.
52 n. 22, 55 n. 30, 58 – Il motivo della funzionale assimilazione della lettera col Cristo e con i simboli degli evangelisti presente nel codice (I di pp. 165 e 181) e riconducibile all’attività di Grimoaldo, risulta più sistematico nell’evangeliario Casin. 191, ascrivibile alla prima fase della miniatura desideriana; gli schemi di costruzione delle iniziali – nastriformi, geometriche o zoomorfe – e singoli motivi ornamentali quali gli intrecci compatti “a mattonella” di sagoma quadrangolare o polilobata che riempono il fondo delle O, invenzioni teobaldiane, sono vivificati e perfezionati nel sacramentario Casin. 339 (ante 1071).


L.G.

 
< Prec.
© 2021 Omeliari
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.